Home Calciomercato Milan, Romagnoli adesso diventa un caso

Milan, Romagnoli adesso diventa un caso

47
0

Romagnoli fuori per scelta tecnica nel match tra il Milan e la Roma. Il capitano a fine stagione pronto a lasciare i rossoneri

Alessio Romagnoli (Dc al mantra) non è più un intoccabile in casa Milan. L’arrivo di Tomori (Dc) e l’esclusione tra i titolari contro la Roma hanno aperto degli scenari sul futuro del capitano, a cui nessuno aveva pensato. Come riporta la Gazzetta dello Sport, sta prendendo sempre più corpo l’idea di spendere 28 milioni di euro per riscattare a fine stagione Tomori dal Chelsea. Una mossa che, evidentemente, getta un’ombra sul futuro in rossonero del capitano degradato proprio nel delicato match contro la “sua” Roma, vale a dire il club in cui è cresciuto e dal quale fu acquistato nel 2015 con un investimento di 25 milioni di euro. Sei anni dopo quel percorso di crescita ha subìto un pericoloso rallentamento e le recenti critiche sul suo rendimento sono state accompagnate da una netta inversione di tendenza.

Rinnovo o cessione?

Da mesi, Raiola e la dirigenza rossonera si stanno incontrando per cercare di definire il rinnovo del capitano oltre a quello di Donnarumma G. (Por), ma al momento le richieste del calciatore non hanno trovano riscontro. Ed adesso il discorso si complica perchè sicuramente Romagnoli rientrerà tra i titolari ma l’esclusione contro la Roma non gli è andata giù come dichiarato anche da Maldini nel pre-gara: Alessio “ci è rimasto male”. La sensazione della rosea è che ad oggi la conferma di Romagnoli, contratto in scadenza fra 15 mesi, non è una certezza. C’è un’aria strana sull’argomento. Il Milan è pronto a vagliare con grande attenzione un’offerta per una sua cessione in estate. Con un contratto così breve potrebbe anche bastare un offerta da 20 milioni o addirittura uno scambio.