Home Evidenza Home Milan, riunione per definire il programma di Ibrahimovic

Milan, riunione per definire il programma di Ibrahimovic

66
0
Ibrahimovic Milan (foto tratta dal profilo instagram del calciatore)

La dirigenza del Milan e Zlatan Ibrahimovic hanno definito il piano da utilizzare durante il Festival di Sanremo

Ibrahimovic (Pc al mantra) ed il Milan si sono incontrati ma non per parlare di rinnovo bensì per stilare un piano da utilizzare durante il Festival. Lo svedese tra poco prenderà parte al Festival come ospite fisso, con un cachet, per le cinque serate previste, che si aggira intorno ai 250 mila euro. Ma se già prima del derby il club rossonero non era contento della sua ospitata a Sanremo, lo è ancora meno dopo la sconfitta contro l’Inter. Il Milan però è certo della professionalità di Zlatan e anche della sua capacità di gestirsi al meglio. A differenza di quanto dichiarato dal conduttore Amadeus, Ibrahimovic preferisce allenarsi insieme al resto della squadra. E come riportato dal Corriere della Sera, ierì è stato stilato un programma di massima, in assoluta tranquillità, nel corso di una riunione fra Maldini, Pioli e il giocatore.

Soluzione elicottero

Il programma definitivo verrà stilato solo lunedì prossimo. Il tema caldo sono gli allenamenti. Si valuta l’elicottero anziché l’auto per coprire i 350 chilometri. L’idea di massima è evitare comunque il più possibile un faticoso pendolarismo giornaliero sull’asse Milanello-Sanremo e fermarsi in Riviera insieme a un preparatore giovedì e forse anche venerdì, una notte o due. Ma Ibrahimovic è stato il primo a ribadire che, se la situazione restasse delicata, sarebbe meglio allenarsi con la squadra tutti i giorni. Le certezze per ora sono due. La prima è che mercoledì 3 sarà in campo contro l’Udinese a San Siro alle 20.45 e la presenza sarà in collegamento televisivo. La seconda è che sabato 6appena conclusa la sua partecipazione raggiungerà direttamente il ritiro di Verona dove il Milan giocherà la domenica alle 15. Non il massimo un viaggio notturno prima di una partita tanto delicata, ma così è.